Una introduzione alle Opzioni Binarie 

Oggigiorno guadagnare è diventato sempre più difficile anche a causa della passata crisi economica che ha coinvolto più o meno tutto il mondo. Ecco perché il trading online e le opzioni binarie è diventato sempre più importante e sempre più utilizzato: fare trading online è un ottimo metodo per guadagnare un extra in più al mese, se non addirittura uno stipendio in più al mese (molto dipende dall’abilità del trader). Vi sono diversi strumenti finanziari con cui fare trading alcuni più veloci e rischiosi di altri: molto dipende dallo stile di trading che ognuno ha. Infatti vi è chi preferisce fare trading nel lungo termine e chi invece nel breve termine, le scuole di trading sono davvero molte a seconda del proprio stile. Indipendentemente dal vostro stile di trading e dallo strumento finanziario che sceglierete è ovvio che per avere profitti per il lungo termine è necessario avere le giuste conoscenze e strategie di trading, oltre che un buon money management plan.

Cosa sono le Opzioni Binarie?

Tutte queste regole si applicano anche alle Opzioni Binarie, uno strumento finanziario che sta prendendo sempre più piede tra i trader professionisti e non, per la sua facilità di utilizzo e alti profitti. Le Opzioni Binarie, come spiegato perfettamente su OpzioniBinarieHQ, si basano sulle variazioni del prezzo degli asset (azioni, valute, materie prime, indici azionari): il trader deve scegliere un asset e poi fare una previsione sul movimento futuro del prezzo di tale asset. Come è possibile intuire dal nome stesso dello strumento finanziario, Opzioni “Binarie”, le scelte che il trader può prendere sono due ed opposte: il prezzo aumenterà oppure il prezzo diminuirà. In caso che la previsione del trader si riveli giusta, allora vi sarà un guadagno che varia da un minimo del 60% fino anche al 90-100% dell’importo investito. In certi tipi di Opzioni Binarie il ritorno sull’investimento può raggiungere anche il 300-400%. In caso contrario invece il trader perderà l’importo investito anche se in certi casi è possibile averne una piccola percentuale indietro (di solito il 10-15% dell’importo investito).

Ovviamente il trader oltre a scegliere il tipo di Opzione Binaria e l’asset su cui investire, tra i centinaia a sua disposizione, dovrà scegliere anche il tempo di scadenza. Quest’ultimo fattore è molto importante, dato che è il tempo che deve passare prima che l’Opzione Binaria venga chiusa e il suo risultato calcolato. La scadenza di una Opzione Binaria può davvero essere brevissima, addirittura solamente 30 secondi! Ma può raggiungere anche periodi più lunghi come ore, giorni o settimane. E’ il trader che ha la libertà di scegliere la scadenza che meglio si adatta al suo stile di trading e alla sua strategia.

I vantaggi delle Opzioni Binarie

Come avete letto, le Opzioni Binarie risultano essere uno strumento finanziario molto facile da comprendere se non il più facile da comprendere. Ecco spiegato il motivo della loro popolarità, che è giustificato dal fatto di poter ottenere altissimi ritorni sugli investimenti fatti in breve tempo, anzi brevissimo tempo!

Infine un vantaggio davvero da non sottovalutare è il fatto che nelle Opzioni Binarie il trader è sempre a conoscenza del ritorno sull’investimento, quindi del possibile guadagno, e della possibile perdita. Nessuno strumento finanziario permette di sapere in

anticipo quanto è possibile guadagnare investendoci: un fattore che fa diminuire di molto il fattore rischio che di solito è la variabile più pericolosa per un trader.

Come il processo di regolazione sta cambiando il Trading di Opzioni Binarie

I recenti sviluppi nell’industria del  Trading di Opzioni Binarie e delle sue regolazioni, ha avuto un impatto devastante su i Broker stessi di Opzioni Binarie ma anche su i trader di questi strumenti finanziari e non solo. Infatti a causa della crisi finanziaria avvenuta nel 2012, un pol’intero settore finanziario ne ha risentito: anche il mercato del Forex si può dire che è stato duramente colpito dalle manovre poi messe in atto successivamente per risanare la situazione post-crisi.

Cipro e la crisi finanziaria

La maggior parte dei Brokers di Opzioni Binarie e non solo, hanno scelto come loro sede fiscale l’isola di Cipro, nazione facente parte dell’Unione Europea e situata nel Mar Mediterraneo. Niente di strano fin qui, ma un motivo più che valido vi sarà sul perché Cipro sia presto diventata un centro finanziario: la bassa tassazione. Già perchè a Cipro le tasse sono molto basse per le società infatti si parlava del 10% di tassazione massima. Quasi niente rispetto alle tasse del nostro Bel Paese o comunque anche di altri paesi dell’Unione Europea. Per questo motivo Cipro veniva considerata un vero e proprio paradiso fiscale, anche per l’anonimato possibile in caso di apertura di conti bancari e società. Inoltre con la situazione in Svizzera che stava divenendo sempre più “trasparente” a causa dei vari accordi di collaborazioni tra Stati riguardo al segreto bancario, molti fondi e conti correnti si sono letteralmente spostati a Cipro. Che comunque già era il paradiso fiscale di molti patrimoni dell’Est Europa, specie quelli provenienti dalla Russia e dall’Ucraina.  Il problema è che il governo di Cipro non andava altrettanto bene quanto la sua situazione di patrimoni esteri e debito più, debito meno, Cipro ha sfiorato la bancarotta con una crisi ed è stata salvata solo grazie all’intervento dell’Unione Europea.

Il post-crisi: il rafforzamento delle regolazioni finanziarie

L’Unione Europea decise così di salvare Cipro dalla bancarotta con la felicità dei suoi abitanti (bene o male) e la paura degli investitori esteri e di tutti coloro che avevano patrimoni più o meno puliti in conti correnti a Cipro. Cipro ha dovuto infatti inizialmente alzare la tassazione al 12,5% (che rimane comunque una tassazione da paradiso fiscale) e poi ha dovuto anche andare a “pescare” i fondi per salvare lo stato dai conti correnti superiori con un bilancio superiore a 100.000 euro, scatenando un fuggi-fuggi generale e grossi spostamenti di denaro per evitare congelamenti e prelievi forzati. Ma anche il mercato del trading online e quindi delle Opzioni Binarie ne ha risentito: per evitare future crisi, l’Unione Europea ha imposto a Cipro di instaurare serie regolazioni anche in ambito finanziario e di trading. Ecco quindi che è nata la CySec (Cyprus Securities and Exchange Authority), organizzazione nazionale che si occupa di regolare il mercato finanziario e quello del trading di Cipro. Ovviamente tutti i Broker di Opzioni Binarie con sede a Cipro, ovvero quasi tutti, hanno dovuto aggiornarsi anche loro. Infatti per operare legalmente nei paesi del’Unione Europea tali Broker furono costretti ad acquisire la licenza e sottostare ai controlli della CySec per garantire trasparenza in tutte le transazioni economiche e per proteggere i fondi dei trader. Inizialmente furono davvero pochi i Broker di Opzioni Binarie che decisero di prendere la licenza e molti continuarono ad operare illegalmente nel settore del trading online. Lentamente però, quasi tutti i Broker di Opzioni Binarie oggigiorno hanno acquisito la licenza, garantendo così maggiore sicurezza ai loro clienti. L’unico fattore negativo di questo cambiamento è per quanto riguarda i trader che vivono al di fuori dell’Unione Europea: per loro non è più possibile fare trading con i Broker di Opzioni Binarie che hanno una licenza CySec, poiché la licenza obbliga il Broker ad avere solo clienti europei.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. codicejack ha detto:

    la verità è che ho sempre pensato che il trading binario fosse una truffa per alcune esperienze negative che ho avuto in passato e invece non lo è affatto, il trading binario funziona bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*